Anello con moneta romana raffigurante Giulia Domna

-

Gioielli con monete, pietre incise e micromosaici

-

Liste nozze

Anello con moneta romana raffigurante Giulia Domna

Categoria:

Gioielli con monete, pietre incise e micromosaici

Sottocategoria:

Gioielli monetali - Anelli

Marchio:

Serra - Roma / Gioielli

In questo anello in argento 925 è stata incastonata una autentica moneta romana del II sec d.C. che raffigura la Fortuna “Felici”; nel retro possiamo vedere il busto di Gulia Domna.

Fortuna era una divinità antica. La Dea romana secondo alcuni deriva dalla Tyche greca. Nel culto della Dea si intrecciavano sia i motivi della fertilità, del destino e quindi dell’oracolo. Nel santuario prenestino il culto ufficiale alla Fortuna era gestito dai patres e dai sacerdoti virili, mentre quello femminile delle matres era legato alla fecondità e all’oracolo. Al tempio di Preneste furono venerate in coincidenza Fortuna e Iside, spesso sovrapposte tra loro come avveniva anche a Roma.
Le fonti antiche affermano che esistevano due statue della Dea Fortuna: una di bronzo dorato e una di marmo bianco, nella posa di allattare Giove bambino. Questo sottolinea il lato Primigenio della Dea, come antica Grande Madre da cui tutti gli Dei provengono.
Sulla più alta terrazza del tempio di Preneste, dove, secondo Cicerone, l’olivo avrebbe secreto miracolosamente del miele, si trovava la statua guerriera della Fortuna, posta ad un gradino più elevato di quella materna del santuario situato al livello inferiore, quindi Dea della guerra e della morte.
Ritorna dunque il triplice aspetto della Dea Primigenia, cioè la Natura: colei che dà la vita, che accresce e nutre, e coli che dà la morte.