Liste nozze

-

Meissen

Meissen

Meissen

- L'arte di essere fragili -

J. F. Bottger fu il padre spirituale dell'invenzione della porcellana europea. Fu la sua fama di alchimista a portarlo a Dresda e a Meissen. Il 28 marzo 1709 egli annunciò l'invenzione della porcellana europea, scoperta per la quale sarebbe passato alla storia. Il castello di Meissen, lontano dalla residenza di corte di Dresda, dovette sembrare particolarmente adatto a custodire l'Arcanum, ovvero il segreto di fabbricazione della porcellana. Nel maggio 1720 giunse nella fabbrica il 24enne Johann Gregorius Horoldt che sviluppò una vastissima gamma di colori a fuoco per la pittura su porcellana. Egli infatti è considerato il fondatore della pittura su porcellana tout court, avendo inoltre contribuito alla diffusione delle porcellane nel mondo. Famosissimo il cosiddetto decoro "Cipolla", ispirato ad antichi modelli cinesi.  Risale al 1739 e viene ancora eseguito a mano nella versione blu cobalto sotto smalto. Il motivo però non rappresenta cipolle, bensì 4 melagrane e 4 pesche, simboli di fertilità e longevità. J. J. Kaendler, maestro modellatore, fu convocato nel 1731. Divenne presto depositario del segreto ed infine commissario di corte nel 1749. Egli creò una serie di statuine, tutt'ora riprodotte, come i famosi "venditori parigini". Nel 1765 egli concepì la prima versione delle "scimmie musicanti". L' "Orchestra delle scimmie" è considerato uno dei capolavori della produzione plastica di Meissen del XVIII secolo. Ancora fabbricata a mano e gode di grandissima popolarità tra i collezionisti. E' l'attenzione per i dettagli, con i relativi significati simbolici, a rendere le porcellane di Meissen così interessanti ed inimitabili. Una tavola apparecchiata con la porcellana di Meissen rappresenta oggi, non meno che in passato, qualcosa di veramente unico.

Ultimi prodotti inseriti