Liste nozze

-

- Baccarat

- Baccarat
- Ayala Bar
- Baci Milano
- Berndes
- Broggi
- Catalogo Serra - Roma
- Cavalli & Poli
- Cristalli italiani Serra
- Cristallo Italiano
- Dori Csengeri
- Ercuis Raynaud
- Giannini
- Giardini
- Giusti
- Haviland
- Herend
- Lalique
- Linea Italia
- Meissen
- Miscellanea
- Murano
- Nason Moretti
- Peltro
- Richard Ginori
- Risolì
- Sabre
- Sambonet
- San Marco
- Schiavon
- Seletti
- Sottopiatti vetro/oro
- Spode
- Tom's Company
- Uova di struzzo - Ostrich eggs
- Venini
- Vesta
- Villeroy & Boch
- Vista Alegre
- Yalos Murano
- Zanetto

Le cristallerie di Baccarat nascono nel '700 e prendono il nome da un villaggio di boscaioli che si estendeva lungo il fiume Meurthe.

Nel 1764 il complesso delle vetrerie entra in funzione ma, durante la Rivoluzione Francese e nel corso delle Guerre napoleoniche, cade in crisi, soprattutto per il blocco commerciale inglese.

Nel 1816 la sorte dell'opificio si risolleva e Gabriel D'Artigues, il nuovo proprietario, pensa di trasformare le vetrerie in cristallerie.

Nel 1823 egli cede l'attività a tre soci parigini che fondano la Compagnie des Cristalleries de Baccarat.

La politica fondata sul benessere e sulla tranquillità degli operai, fu sempre seguita nella fabbrica, anche dai successivi proprietari, come A.Michant; questo favorì la formazione di un artigianato di altissima qualità che in alcuni casi si 'fuse' con l'arte vera e propria (l'incisore Simon godette di reputazione internazionale: con la sua ruota modellava, ottenendo superbi risultati, qualsiasi soggetto, fossero essi fiori, figure o animali).

La Baccarat iniziò a produrre anche i cristalli 'doubles' a colori e via via si impegnò in lavorazioni sempre più difficili come l' 'agata', la 'pasta di riso', ed altre, fino a raggiungere il massimo del virtuosismo con i 'mille fiori', che a volte si trovano ancora nelle vendite all'asta di antichità a prezzi esorbitanti.

Per la celebrazione dei 200 anni della fabbrica, nella mostra ospitata al Louvre, accanto agli antichi cimeli settecenteschi, sono stati esposti bellissimi pezzi unici di arte astratta, disegnati da artisti quali Gilioli, Guadagnucci, Peyrissac, Chalem e Closom, che hanno confermato la vitalità e la classe sempre attuale della antica fabbrica.

Oggi, la Baccarat si avvale della collaborazione dei più importanti designer viventi come P.Starck, che per Baccarat ha concepito bicchieri e lampadari di cristallo nero, o Marcel Wanders che, per essa ha creato la linea 'United Crystal Woods', una serie di sostegni dove innestare a piacimento candelabri o soliflore incisi, una 'foresta di cristallo, dove non tutte le cose sono al posto giusto'; oppure gli 'Esprit des bois' che riproducono le sagome di cervi, e permettono di incastrare vasi e candelabri'tanto per non perdere la voglia di giocare!

 

Visualizza i prodotti - Baccarat disponibili nella galleria per le categorie: